Che cos'è e come si batte il margine della casa

23/11/2017

Sapete che cos’è il “margine della casa” ovvero il vantaggio del banco?

Dovreste saperlo. Ignorarlo potrebbe significare correre un rischio più alto di quanto avete messo in conto prima di giocare in un casinò, reale o virtuale. Al casinò ci si va per giocare con la speranza di vincere e certo la fortuna aiuta, ma anche qualche informazione da insider sul banco può rendere più liscia la strada verso la vincita.

Il vantaggio del banco

La prima cosa che tutti dovrebbero sapere è che nel mondo del gioco d'azzardo il banco gode sempre di un vantaggio che il giocatore non ha. Il gioco d’azzardo, in altri termini, non è un gioco perfettamente equo: giocatori e banco non combattono ad armi pari e il banco ha sempre qualche probabilità in più di vincere rispetto a qualsiasi giocatore. Non si tratta di un gran vantaggio, ma c’è, ed è quanto basta per garantire alla casa un rendimento sicuro.

Non tutti i giochi sono uguali

Se il vantagio del banco fa davvero parte del gioco del casinò, la seconda cosa da tenere presente è che non tutti i giochi d’azzardo sono uguali: in alcuni, il vantaggio del banco (il margine della casa) è alto, in altri molto basso. Questi ultimi sono detti “giochi a rendimento altissimo” o anche “giochi con un alto payout”. Meglio orientarsi su questi piuttosto che su quelli che vi danno meno probabilità di vincere, non vi pare? Un giocatore accorto deve sempre sapere due cose: qual è il margine della casa in un determinato gioco, cioè se il gioco che vuol giocare sia a basso o ad alto rendimento e, in secondo luogo, che impatto abbia una specifica strategia di gioco sul payout. È difficile che una strategia riesca a ridurre il vantaggio del banco, ma ci sono alcune strategie, anche molto diffuse, che addirittura lo aumentano e spesso chi le adotta non ne è consapevole.

Una scala reale

I giochi a basso payout

Consideriamo alcuni giochi tradizionali e calcoliamo matematicamente il payout di ognuno di essi: siamo sicuri che vi stupirete parecchio. Il “Gratta e vinci” ha un tasso di payout del 47% e il Superenalotto del 34%: sono giochi a rendimento medio basso ai quali – detto francamente - non conviene molto giocare, soprattutto se si vuol vincere. La cinquina del Lotto ha una speranza matematica di vincita del 3%. Sapete che cosa significa? Che le probabilità che voi vinciate sono raso terra: i giochi come questo sono fatti soprattutto per avvantaggiare la “casa”, cioè l’organizzatore (che in alcuni casi è lo Stato). Tra i giochi di casinò quello a più basso rendimento è il keno, un gioco simile al bingo o alla lotteria che ha un tasso di payout che varia dal 71% al 75%: molto più alto del Lotto o del Superenalotto, ma molto più basso di altri. Quali altri?

I giochi ad alto rendimento

Il baccaratha un eccellente payout del 98.76%, leggermente inferiore a quello del video poker Jacks or Better, che è del 99.54% (fantastico!). Il blackjack ha una speranza matematica di vincita del 99.82%: è un gioco “quasi equo” con un payout eccellente. Il confronto con il 3% della cinquina al Lotto è a questo punto impietoso, non vi pare? Il Blackjack, peraltro, è anche uno di quei giochi che più si prestano, e si sono tradizionalmente prestati, all’adozione di tattiche e strategie. Alcune di esse rivendicano addirittura la possibilità di far diminuire il vantaggio del banco sino allo 0,15%. Nessuna strategia vi offre certezze assolute di vincita ma, detto questo, potete consultare le tabelle che, in base alle diverse situazioni di gioco, vi consigliano sulla scelta migliore da fare, aumentando le vostre possibilità di vittoria (si chiamano “Strategie per battere il banco a Blackjack” o “Tabelle di comportamento base a Blackjack” e si trovano facilmente su Internet).

Attenzione alle strategie di Blackjack che finiscono per far aumentare il vantaggio del banco: sono la classica “zappa sui piedi”. Alcuni esempi? “Assicurazione” o “Never bust”. Meglio stare alla larga anche dalla tentazione di giocare imitando il banco: è fallimentare (e a questo punto sapete anche perché: voi e il banco non sarete mai “uguali”).

Il caso della roulette

Roulette

La ruota della roulette è formata da 37 numeri: 36 e lo zero. Se centrate un numero pieno vi verrà corrisposto un premio pari a 36 volte la posta, non 37 come dovrebbe essere se il gioco fosse "perfettamente equo". La differenza è del 2,70%: ecco il margine della casa, il vantaggio del banco, il guadagno del casinò, che dir si voglia. Questo vale per la cosiddetta Roulette europea, con un ottimo payout del 97.30%, ma non per la Roulette americana, che ha un payout più basso del 94.74%. Per chi se lo chieda, la differenza sta nell'avere il doppio zero e 38 numeri in totale, che dà un vantaggio immediato al banco della Roulette americana.

Dunque non è un dettaglio niente affatto trascurabile se nella Roulette americana il vantaggio del banco è maggiore e le vostre possibilità di vincita minori. Come nel Blackjack alcune puntate possono aumentare il vantaggio del banco. Evitate per esempio di puntare sui primi cinque numeri, una scommessa questa che si può piazzare solo sulla ruota della Roulette americana, perché facendo così il margine della casa si alza dal normale 5,26% al 7,89%: un autogol clamoroso!